Category Archives: News


Partnership tecnologica con Wildix

28

Mar 2017

Partnership tecnologica con Wildix

CABER Informatica srl ha stretto una nuova partnership tecnologica con Wildix www.wildix.com per sistemi avanzati di telefonia VOIP e sistemi integrati di “Unified Communication and Collaboration”.
Gli avanzati sistemi VOIP consentono di superare i limiti e le prestazioni dei centralini tradizionali.
La Comunicazione unificata è l’integrazione di servizi real-time di comunicazione quali, ad esempio, il servizio di Chat e la videoconferenza, la telefonia VOIP, la segreteria telefonica, SMS, FAX e servizi e-mail  collegati.
 
Non si tratta quindi di un singolo prodotto ma piuttosto di una architettura progettuale avanzata con sistemi di comunicazioni che si avvalgono di mezzi diversi raggiungibili attraverso una interfaccia comune.
wildix-collaboration

Wildix Collaboration è il sistema di collaborazione Wildix con interfaccia web che permette a tutti i dipendenti di un’azienda, in qualsiasi filiale del mondo, di collaborare in maniera semplice, veloce e sicura: non solo attraverso i dispositivi aziendali, ma anche con i propri dispositivi mobili come smartphone o tablet.
È sufficiente un click per selezionare un contatto e iniziare una conferenza (video, audio, chat), una chiamata (audio o video), condividere lo schermo, inviare fax e promemoria virtuali.
Alla Wildix Collaboration ogni utente può accedere in qualsiasi luogo si trovi (ufficio, casa, in trasferta, purché sia presente una connessione a internet), da qualsiasi dispositivo (PC fisso, Laptop, Tablet) indipendentemente dal sistema operativo utilizzatosenza alcuna installazione di componenti.
Grazie alle funzioni di Presence e Geolocation è possibile sapere in tempo reale dove si trova qualsiasi collega, se è reperibile, assente o occupato in un’altra conversazione, e non vuole essere disturbato.

iOS e Android Mobile Apps
Le Unified Communications sui tuoi dispositivi mobili

wildix-mobile-apps

Wildix Collaboration Mobile si connette al sistema Wildix PBX e offre i servizi di Comunicazione Unificata su iPhone, iPod Touch, iPad e Android con un insieme di Funzionalità avanzate.

  • chiamate via mobility e VoIP
  • videochiamate via VoIP con utenti
  • servizio di Callback GSM
  • messaggi di testo
  • promemoria virtuali
  • cronologia delle conversazioni
  • presence utenti e geolocation
  • sincronizzazione con Microsoft Exchange, Outlook, database esterni, MySql, MS SQL, CRM
  • client Mobile SIP su rete WiFi, 3G – UMTS, 4G – LTE, codec G.729 e H.264
  • supporto connessione https crittografata al PBX
  • supporto contatti Microsoft Exchange
  • GARANZIA
    I prodotti Wildix godono della garanzia convenzionale del produttore per una durata di 5 anni


    06

    Feb 2016

    Cryptolocker come sconfiggere il virus

    Continuano ad arrivare diverse segnalazioni da tutta Italia relativamente al virus Cryptolocker.
    Si tratta di un virus conosciuto e molto aggressivo che in questo periodo ha aumentato diffusione e velocità di propagazione.
     
    Già nel gennaio 2015 la Polizia Postale italiana ha diramato un’Allerta a causa delle diverse segnalazioni di frode informatica correlata ai virus di tipo “Cryptolocker”.
    Il testo della comunicazione è consultabile all’indirizzo www.interno.gov.it.
    Consultate anche la pagina della Polizia Postale con gli ultimi aggiornamenti.
     
    Di cosa si tratta
    Questo malware, in tutte le sue varianti, è estremamente pericoloso, ed è in grado di criptare e rendere inutilizzabili i file di computer e server.
    La sua efficienza in questa opera distruttiva è assai elevata e, una volta che ha agito, la maggior parte dei dati risulteranno completamente inutilizzabili.
     
    Da dove arriva
    Normalmente il virus è contenuto all’interno di un allegato che arriva via e-mail.
     
    Perché l’Antivirus non lo intercetta
    Gli Antivirus possono non essere in grado di identificarlo, in quanto l’allegato spesso non contiene direttamente il virus, ma solo alcune porzioni di codice in grado scaricare e attivare successivamente sulla macchina il malware.
     
    COSA È POSSIBILE FARE PREVENTIVAMENTE
     
    Antivirus aggiornato e correttamente configurato.
    Sebbene l’Antivirus possa non rivelarsi sufficiente, tuttavia il suo utilizzo è obbligatorio per contrastare l’aggressività di virus e malware e rappresenta sempre la prima difesa.

    Verificate le e-mail in arrivo
    Prima di aprire le e-mail arrivate, verificate la loro provenienza e il testo contenuto nell’e-mail.
    Le minacce si nascondono nei collegamenti o negli allegati.
    Quindi non aprite un allegato se non è atteso e non arriva da un mittente conosciuto.
    Nel caso di dubbi, consultate un esperto informatico prima di eseguire qualsiasi attività.

    Backup & Disaster Recovery
    Il sistema di Backup è la vera arma risolutiva in caso di danni provocato da virus.
    Bisogna tuttavia che il sistema sia perfettamente configurato e che sia prevista una modalità di Disaster Recovery.
    Se questa condizione è soddisfatta, l’eventuale danno sarà limitato al ripristino delle postazioni colpite, ma i dati saranno completamente salvi.
     
    Una difesa sicura
    WinAbacus© offre una difesa sicura contro la perdita dei dati, con l’utilizzo delle funzionalità automatiche del Sistema di Backup, in opzione su tutte le installazioni.
    Con questa funzionalità il sistema salva ciclicamente una copia dei dati su cloud, in modo sicuro e protetto.
    I dati, così salvati, non sono raggiungibili dai virus e possono sempre essere recuperati.


    Per maggiori informazioni consultate la pagina dedicata al servizio WinAbacus CloudDisk©.


    31

    Mar 2015

    Split Payment: Guida Pratica

    Pubblica Amministrazione
    L’Iva delle fatture emesse verso Enti pubblici non sarà più versata alle imprese che non dovranno quindi più computarla come imposta a debito nella loro liquidazione periodica.
    Questo quanto previsto dalla legge di Stabilità con lo Split payment P.A. (art. 1,comma 629, lettera B, introducendo l’art. 17 ter al DPR 633/1972 in materia di Iva).
    Il DM 23/1/2015 attuativo dello Split payment è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.27 del 3/2/2015.
    Il meccanismo dello Split payment riguarda il pagamento di tutte le fatture emesse con indicazione dell’iva per cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate nei confronti delle diverse Amministrazioni pubbliche con l’esclusione dei compensi per prestazioni di servizi assoggettati a ritenuta alla fonte a titolo di imposta sul reddito e delle operazioni in regime di Reverse Charge.
    La scissione dei pagamenti si applica alle operazioni fatturate a partire dal 1°gennaio 2015.

    Su WinAbacus Wiki è stata pubblicata una breve guida all’uso delle funzionalità Split Payment con il Sistema Gestionale WinAbacus.
    Le nuove funzionalità sono disponibili con l’ultima Service Release rilasciata WinAbacus SR 2015.01 e dopo aver applicato gli ultimi aggiornamenti disponibili.


    Con il Sistema Gestionale WinAbacus operatività semplificata e migliore gestione dei processi aziendali.
    Consultate wiki.winabacus.it/whitepaper/split-payment-guida-pratica/.


    Windows XP™ a fine corsa

    28

    Gen 2014

    Windows XP™ a fine corsa

    windows_xp_logo AllinOne_2

    Tra i sistemi operativi Windows, XP™ è stato il sistema operativo client più longevo e stabile mai rilasciato da Microsoft.
    Microsoft ha comunicato ufficialmente che dall’8 aprile 2014 il supporto tecnico per Windows XP™ non sarà più disponibile e non saranno più forniti aggiornamenti né patch per la sicurezza. Le conseguenze saranno importanti per le imprese, ma anche per i privati.
    Microsoft consiglia semplicemente di “comprare un nuovo computer” per poter così essere al sicuro e nel contempo avere disponibili le funzionalità più avanzate oggi disponibili .
    Si tratta certo non solo di un’operazione tecnica ma anche di un’operazione economico finanziare che metterà in gioco cifre molto importanti.
     
    Nel 2012 Windows XP™ risultava installato in quasi la metà dei computer al mondo, circa 500 milioni di installazioni.
    Di fatto molte installazioni XP™ resteranno attive, anche dopo questa data e non si avranno immediate ripercussioni operative.
    Con il passare del tempo emergeranno nuove vulnerabilità del sistema sia in termini di sicurezza che di stabilità con aggiornamenti di altri software utilizzati.
    Così in mancanza di aggiornamenti sulla sicurezza, nel giro di alcuni mesi molte installazioni risulteranno a rischio o del tutto inutilizzabili.

    Va detto che il problema non riguarda le installazioni attive che implementano XP™ come sistema operativo “non aggiornabile”, come nel caso di molti “Thin Client” oggi in commercio che, di fatto, non corrono rischi pratici essendo il sistema operativo blindato e non alterabile da virus o malware.
    Lo stesso discorso vale per le postazioni che non sono connesse a internet e quindi non corrono il rischio di essere aggredite da hacker o malware di vario tipo.
    Permane invece il problema della compatibilità con altri software che evolvono mentre il sistema operativo rimane cristallizzato.

    Gli effetti di questo “pensionamento” si faranno sentire in particolare sulle imprese.
    Infatti le imprese sono tenute a garantire un livello di sicurezza informatica adeguato, trattando dati personali in quantità e avendo applicazioni che evolvono e hanno necessità di strumenti sempre aggiornati.
    Secondo la rivista americana Businessweek  il 95% degli sportelli Bancomat di tutto il mondo (circa tre milioni) funziona con il sistema operativo XP™ ma, sempre secondo la stessa rivista, Microsoft sta vendendo contratti di estensione del supporto che diventerà rapidamente molto oneroso a partire dal secondo anno (leggi l’articolo sul sito di Businessweek).
    Sempre dall’8 aprile prossimo non sarà più possibile neppure scaricare  “Microsoft Security Essentials” dalle postazioni XP™ mentre per chi lo ha già installato continuerà a funzionare e ad essere aggiornato per un periodo limitato di tempo.
    Quest’ultimo elemento pone un problema in più, in particolare ai privati che hanno fino ad ora utilizzato un sistema di protezione antivirus del tutto gratuito. Al di là degli annunci e delle diverse considerazioni, possiamo senz’altro dire che sarà l’occasione per aggiornare il parco macchine dei pc presenti nelle aziende e anche quelli per uso privato.
    CABER Informatica mette a disposizione il proprio staff tecnico per aiutare a scegliere la soluzione più adeguata evitando i contrattempi in agguato al passaggio verso nuovi sistemi operativi.

    Oggi sono disponibili diversi prodotti davvero interessanti.
    In particolare, tra i pc desktop ci sono magnifiche postazioni “all in one”  senza più l’ormai obsoleta struttura Monitor e CPU, ma tutto in un uno, risparmiando spazio sulla scrivania e offrendo un maggior grado di libertà.
    Dal 1 febbraio al 31 marzo 2014 CABER Informatica riserva alle sole aziende una condizione di upgrade davvero interessante:  un bonus rottamazione da scontare sull’acquisto di una nuova postazione con sistema operativo MS Windows 7/8.
    Per accedere al bonus è necessario registrarsi seguendo questo link




     Chatta con noi